Linfodrenaggio




Il linfodrenaggio manuale è una particolare tecnica di massaggio che permette il drenaggio linfatico dai tessuti. Viene utilizzato principalmente per ottenere un effetto di riassorbimento degli edemi, come l’edema dell’arto superiore dopo mastectomia, o dopo interventi ortopedici agli arti inferiori.

 


Il Linfodrenaggio è una tecnica manuale di massaggio che agisce sul Sistema Linfatico.
Il Sistema Linfatico consente alla linfa di fluire nei tessuti corporei, drenando ogni angolo dell’organismo prima di riversarsi nelle vene toraciche. Il sistema linfatico si oppone ad eccessivi accumuli di fluidi nei tessuti e svolge un’importante azione di difesa dell’organismo.

 

Il linfodrenaggio regolarizza e decongestiona il flusso linfatico, stimola la circolazione e porta ossigeno alle cellule, aumenta la velocità di scorrimento della linfa permettendo così la riduzione dell’edema e del gonfiore. Si potenziano le difese immunitarie dell’organismo poiché massaggiando i linfonodi si stimola la fuoriuscita di cellule dell’immunità, aumentando così la resistenza dell’organismo contro le infezioni, inoltre svolge un’importante azione mio-rilassante.

 

I principali effetti sono: drenante: le delicate manovre manuali stimolano il flusso linfatico, aumentando la velocità di scorrimento della linfa, ottenendo così la riduzione dell’edema, sia linfatico, sia di altra origine; inoltre migliora la nutrizione ed ossigenazione dei tessuti trattati; analgesico: la stimolazione cutanea ritmica riduce la sensibilità dolorifica; immunologico: evita il ristagno di tossine e potenzia le difese immunitarie proprie dell’organismo, poiché massaggiando i linfonodi si favorisce la fuoriuscita di cellule dell’immunità, che passano nella linfa e quindi nel sangue, aumentando la resistenza dell’organismo contro le infezioni; simpaticolitico: induce il rilassamento, riducendo lo stress e migliorando il benessere psicofisico generale; cicatrizzante, grazie all’accelerazione della corrente del flusso linfatico, le sostanze ad azione irritante che impediscono la detersione della ferita vengono asportate e con l’arrivo di linfa «fresca» giungono nella zona lesa anche principi nutritivi con azione plastica e ricostruttiva del tessuto.